Facebook RSS
24
12
AUGURI ALLA CITTA'

AUGURI ALLA CITTA'

fine: 25 Dic 2012

23:45

Dettagli
Torna l'immancabile appuntamento in Piazza Italia, dalle 23.45 all'1,30, per porgere i nostri più sinceri auguri di Buone Feste a tutti i nostri concittadini. E... come sempre il nostro panettone, il pandoro, il vin brulè o una tazza di cioccolata calda intorno al braciere! In ogni caso, che siate presenti o non possiate .... AUGURISSIMI A TUTTI!
25
01
LE FARFALLE NON VIVONO NEL GHETTO

LE FARFALLE NON VIVONO NEL GHETTO

20:45

Dettagli
Musica e poesia per la Giornata della Memoria
27
01
Giornata della Memoria

Giornata della Memoria

20:45

Dettagli
RACCONTI E DANZE ARABE La voce di NOEMI BIGARELLA e i passi del gruppo di danze ”CERCHIOINDANZA” ci guideranno in un viaggio nella memoria per continuare a sperare che la pace sia comunque possibile.
01
02
IL NOSTRO PROGRAMMA 2013

IL NOSTRO PROGRAMMA 2013

21:01

Dettagli
Alleghiamo nel documento da scaricare in pdf il programma delle attività che la Pro Loco Gorgonzola intende svolgere in corso d'anno. Si ricorda che le date, soprattutto delle gite, sono generalmente rispettate, ma potranno subire variazioni indipendenti dalla nostra volontà. Vi aspettiamo numerosi! Il Consiglio
16
02
CORIANDOLI IN PIAZZA

CORIANDOLI IN PIAZZA

14:30

Dettagli
Festeggia con noi il Carnevale 2013! Tante le proposte di animazione e di spettacolo e durante la manifestazione tanti dolci per grandi e piccini!
Vedi tutti gli eventi

FALO' DI S. ANTONIO

17 gennaio 2018
Dalle ore 20:45 alle 22:00
Presso: Via Piacenza, Via Piacenza, 13 -

Tra le tradizioni della Lombardia che non dimentica, la festa di S. Antonio Abate, protettore degli animali e di chi coltiva la terra, è tra quelle che viene ricordata con un impegno particolare. 

La tradizione dei falò è collegata alla ricorrenza liturgica di Sant’Antonio Abate, patrono di macellai e salumai, di contadini ed allevatori e protettore degli animali domestici. La ricorrenza tramanda l’antica tradizione, anche con influssi celti, quando le campagne del contado venivano illuminate da una moltitudine di falò. Le fiamme avevano un valore di purificazione ed erano propiziatrici per il nuovo raccolto. Si bruciavano anche le sofferenze e i dolori dell’anno precedente, simbolicamente.