Iscrizione:

|
Facebook RSS
23
10
ERBE DI CAMPO E FRUTTI ANTICHI

ERBE DI CAMPO E FRUTTI ANTICHI

09:00

Dettagli
Nuovo incontro cultural- gastronomico alla scoperta dei prodotti dimenticati col fine valorizzare il territorio italiano ed in particolare la natura, la storia e la cultura. Sono prodotti salvati dall'estinzione e recuperati per la gioia di chi li ha conosciuti e di chi li vede per la prima volta, tanti bei frutti dai nomi spesso originali: giuggiole, pere spadone, corniole, nespole, mele cotogne, corbezzoli, azzeruole, sorbe, pere volpine, uva spina, senza dimenticare noci, nocciole, melagrane e…
15
11
Degustazione vini

Degustazione vini

21:00

Dettagli
Corso di Degustazione Vini. Per iscriversi clicca sul link sottostante  http://prolocogorgonzola.teamartist.com/contacts/ clicca sulla busta arancione di fianco al nome "Donatella Lavelli" e mandaci una mail. o Telefonaci: 02.38.23.95.34 Per maggiori informazioni clicca su questo link http://prolocogorgonzola.teamartist.com/2011/10/26/per-bacco-corso-di-degustazione-vini/
26
11
La trippa non è mai troppa!

La trippa non è mai troppa!

17:30

Dettagli
DEGUSTAZIONE GRATUITA!
26
11
SWING E DINTORNI

SWING E DINTORNI

21:00

Dettagli
Spettacolo musicale dei DaMa Brothers
27
11
Polenta e gorgonzola!

Polenta e gorgonzola!

12:00

Dettagli
TRADIZIONALE DISTRIBUZIONE GRATUITA
Vedi tutti gli eventi

FALO' DI S. ANTONIO

17 gennaio 2018
Dalle ore 20:45 alle 22:00
Presso: Via Piacenza, Via Piacenza, 13 -

Tra le tradizioni della Lombardia che non dimentica, la festa di S. Antonio Abate, protettore degli animali e di chi coltiva la terra, è tra quelle che viene ricordata con un impegno particolare. 

La tradizione dei falò è collegata alla ricorrenza liturgica di Sant’Antonio Abate, patrono di macellai e salumai, di contadini ed allevatori e protettore degli animali domestici. La ricorrenza tramanda l’antica tradizione, anche con influssi celti, quando le campagne del contado venivano illuminate da una moltitudine di falò. Le fiamme avevano un valore di purificazione ed erano propiziatrici per il nuovo raccolto. Si bruciavano anche le sofferenze e i dolori dell’anno precedente, simbolicamente.